quanti colori....
studiamo con il tablet!
gessetti colorati
mani che si stringono...
quante matite!!!

Great docs & support

Benvenuti nel nostro nuovo sito web istituzionale.

Questo sito offre all'utenza esterna tutti i servizi previsti dalla normativa vigente: gli adempimenti amministrativi sono infatti facilmente consultabili dalla gestione prevista dai regolamenti in materia. Ulteriori servizi come integrazione ai social network, aree tematiche, aree riservate e servizi tipici del web 2.0 sono già presenti o in corso di realizzazione. La visualizzazione di tale sito è possibile anche da dispositivo mobile (tablet, smartphone). Buona navigazione a tutti!

 

La Scuola

 edificio scolastico

Il Circolo Didattico Giacomo Albo nasce nell’anno scolastico 1963/1964 con la denominazione di “III Circolo didattico”. Inizialmente il Circolo aveva la sede centrale a S.Marta e comprendeva tanti plessi rurali, la maggior parte dei quali sono stati chiusi, mentre alcuni sono ancora esistenti (S.Maria Zappulla, Piano Ceci). Il prof. Gallo è stato il primo Direttore didattico. Dall’anno scolastico 2007-08, in seguito al concorso ordinario per dirigente scolastico, la scuola è stata assegnata, alla dirigente professoressa Fernanda Grana.

La dimensione sociale del territorio è abbastanza variegata e aperta ad una moderata presenza interculturale. Negli ultimi anni, infatti, abbiamo accolto un esiguo numero di bambini stranieri; appartenenti a famiglie provenienti da: Madagascar, Marocco, Cina, Polonia. In questo contesto la scuola deve sapersi porre come luogo d'incontro e principale punto di riferimento per realtà diverse e come istituzione capace di attuare adeguatamente l'accoglienza e l'integrazione sociale promuovendo momenti di arricchimento interculturale.

Da registrare anche un aumento delle separazioni all'interno delle coppie giovani e la formazione di famiglie mononucleari o allargate. Quest’ultima tendenza ha dato origine ad un'accentuazione della complessità relazionale centrata sul minore e la scuola, maglia importantissima della rete di sostegno al bambino, deve garantirgli il pieno sviluppo delle capacità emozionali.

Nell'analisi del contesto sociale si è inoltre evidenziato, da una parte, un innalzamento generalizzato del livello di scolarizzazione di molte famiglie, le quali appaiono maggiormente attente alla qualità dell’offerta formativa e disposte a partecipare attivamente alle iniziative proposte dalla scuola; dall’altro, al contrario, un crescente disinteresse dei genitori, che delegano alla scuola compiti educativi e di formazione, senza attivare adeguate sinergie con essa.


 

Vai all'inizio della pagina